Provengono da Stati Uniti, Russia, Cina e Cambogia, a cui si aggiungono numerosi Paesi europei e una consistente partecipazione italiana, le quasi 100 opere, tra fiction, documentari e film d’animazione, in concorso per la seconda edizione del Premio Ermanno Olmi destinato a promuovere e valorizzare i cortometraggi di giovani registi.

Sono Boys don’t cry di Bobbie Faren Müller (I ragazzi non piangono [t.l.], Danimarca 2019), Daily breath di Anna Spacio (Respiro quotidiano [t.l.], Svizzera 2019), Eggshell di Ryan William Harris (Guscio d’uovo [t.l.], Italia, Irlanda 2020) e Pull it, sharpen it di Marta Aitana Schmidt Yanez (Tiralo, affilalo [t.l.], Cina, Spagna 2019) i 4 film finalisti a cui giovedì 10 dicembre la giuria composta da Claudio Santamaria (attore), Angelo Signorelli (direttore artistico di Bergamo Film Meeting), Barbara Rossi (critico cinematografico), Monica Corbani (insegnante e traduttrice) e Maria Grazia Recanati (storica dell’arte) assegnerà il Premio Ermanno Olmi e la menzione speciale all’opera più significativa inerente il tema del rapporto tra Uomo e Natura e il recupero di antichi mestieri.
Il pubblico potrà seguire gratuitamente sia la cerimonia di premiazione, che sarà ospitata a partire dalle 18.30 sul canale YouTube di Bergamo Film Meeting e durante la quale saranno proiettate le 4 opere finaliste del concorso, sia guardare sulla piattaforma RaiPlay – grazie alla disponibilità della Rai – Torneranno i prati (2014). Ultimo lavoro a soggetto di Ermanno Olmi con Claudio Santamaria, il film è stato realizzato in concomitanza con le celebrazioni del centenario della prima guerra mondiale e ambientato nelle trincee sull’Altopiano di Asiago, teatro di sanguinose battaglie e località dove il regista viveva.

I FILM FINALISTI

Boys don’t cry

I ragazzi non piangono [t.l.]
di Bobbie Faren Müller, Danimarca 2019, 10’, documentario sperimentale

Una ragazza aiuta quattro ragazzi a esaminare e capire le loro difficoltà nel mostrare le proprie vulnerabilità e nell’aprirsi emotivamente all’interno della società odierna.

Daily breath

Respiro quotidiano [t.l.]
di Anna Spacio, Svizzera 2019, 15’, fiction

Bloccata nella solitudine delle montagne, una ragazza vive con la madre malata, prendendosi cura di lei ogni giorno e lottando tra ciò che è giusto e ciò che desidera.

Eggshell

Guscio d’uovo [t.l.]
di Ryan William Harris, Italia, Irlanda 2020, 13’40’’, fiction

La vita di Joey è un passaggio costante tra la vivida immaginazione di bambino e la dura realtà dei sobborghi irlandesi. Dopo essersi costruito una testa di robot per proteggersi sia dai problemi a casa che da quelli fuori nel mondo reale, Joey è presto costretto ad affrontare l’età adulta.

Pull it, sharpen it

Tiralo, affilalo [t.l.]
di Marta Aitana Schmidt Yanez, Cina, Spagna 2019, 11’, documentario

Quando Guo Chunxiang era un ragazzino, la sua famiglia non poteva permettersi alcun giocattolo. Quando sua nonna gli diede sette dollari d’argento, iniziò la sua collezione. Ora ha il suo negozio di antiquariato, “The Great Shanghai 1933”, con un’enorme raccolta di oggetti che va dalle mappe antiche agli abachi.

OMAGGIO A ERMANNO OLMI

Torneranno i prati

di Ermanno Olmi, Italia 2014, 80′

Siamo sul fronte Nord-Est, dopo gli ultimi sanguinosi scontri del 1917 sugli Altipiani. In un avamposto d’alta quota, un gruppo di militari combatte a pochi metri di distanza dalla trincea austriaca. Intorno, solo neve e silenzio. Tutto ciò che si narra in questo film è realmente accaduto. E poiché il passato appartiene alla memoria, ciascuno lo può evocare secondo il proprio sentimento.